Intelligenza Artificiale e IoT: il connubio ideale per una Smart Life

da | Ott 29, 2020 | Home, IoT, News, Smart Life

L’Internet of Things è ormai una presenza fissa e costante nelle nostre vite tanto da far da sfondo anche alle più piccole attività, aiutandoci a semplificare e concepire diversamente la quotidianità. Si parla, infatti, sempre più di Smart Life. Di cosa si tratta? Innanzitutto, il concetto di Smart Life è molto ampio e comprende al suo interno quello di smart energy, smart building, smart home, smart office, smart transport ecc.

Smartphones, PC, tablets, wearables sono solo alcuni degli strumenti che circondano il contesto di una Smart Life. Lo smart living, infatti, è legato a diverse possibilità tecnologiche intelligenti che tentano di semplificare la vita dei cittadini in qualsiasi momento e luogo. Ciò contribuisce a far sì che una Smart Life abbia un impatto notevole sullo sviluppo economico, ma anche sul grado di unione sociale tra gli individui. Un ruolo dominante è svolto proprio dall’utente che risulterà anch’esso smart non soltanto in base ai mezzi intelligenti di cui può usufruire, ma anche in base alla sua abilità di saperli sfruttare per ridurre gli sprechi e diminuire i costi.

La trasformazione digitale sta rivoluzionando il modo in cui ci relazioniamo con i dispositivi tecnologici all’interno delle nostre case, negli uffici e in città. Questi apparecchi connessi svolgono un’importante funzione: reperire una grande mole di dati! I dispositivi IoT, infatti, si avvalgono di Internet per comunicare, raccogliere e condividere informazioni sulle nostre attività online, producendo quotidianamente 1 miliardo di GB di dati. Ogni nostra azione, infatti, può essere tenuta sotto costante monitoraggio, come avviene ad esempio per gli allenamenti sportivi.

L’IoT, però, non agisce da solo! Le sue potenzialità sono, infatti, stimolate dalla forza dell’Intelligenza artificiale, presente in vari settori come quelli industriali e urbanistici, ma anche nella vita di ogni giorno. Ad accompagnare l’IoT intervengono anche le reti 5G -reti mobile di nuova generazione con una velocità di connessione molto più elevata e una latenza quasi pari a zero per l’elaborazione dei dati in real time- e i Big Data – grande mole di dati elaborati da notevoli fonti connesse a Internet.

Dietro il binomio IoT-Intelligenza artificiale si prospetta un imminente futuro smart.

smart-life

Dove si dirigono insieme, quindi, l’intelligenza artificiale e l’IoT? Ecco le quattro aree in cui l’AIoT sta riscuotendo più successo:

▪️ Smart Home: le case diventano sempre più smart (smart speakers, IoT appliances, smart thermostats ecc.). Le case intelligenti sono capaci di utilizzare gli elettrodomestici, l’illuminazione, i dispositivi elettronici ecc., apprendendo le attività abituali del padrone di casa ed elaborando un’assistenza automatizzata. Ciò comporta anche ulteriori benefici in termini di una maggiore efficienza energetica. Pertanto, il mercato delle smart home potrebbe assistere ad un tasso di incremento annuo composto del 25% tra il 2020-2025, per arrivare a toccare i 246 miliardi di dollari.

▪️ Wearables: i dispositivi wearables (smartwatch, wireless earbuds, AR/VR goggles ecc.) controllano e localizzano costantemente ciò che gli individui prediligono e le loro routine. Ciò non ha contribuito soltanto ad avere applicazioni di grande effetto nell’ambito delle tecnologie sanitarie, ma ha garantito anche un buon funzionamento nell’ambito sportivo. Gartner, la società leader nella ricerca tecnologica, ritiene che il mercato globale dei dispositivi wearables vedrà un guadagno di più di 87 miliardi di dollari entro il 2023.

▪️ Smart Industry: le industrie sono state protagoniste di una trasformazione digitale che le ha rese più produttive e ha limitato l’incidenza di errori e distrazioni da parte dei lavoratori. L’ analisi dei dati in real-time, i robots di produzione autonoma, la gestione automatizzata della supply chain e i sensori di manutenzione predittiva evitano, infatti, malfunzionamenti e disguidi dispendiosi all’interno di una catena produttiva.

▪️ Smart City: si tratta di città intelligenti, spesso collegate all’idea di città del futuro con riferimento in modo particolare a grandi realtà in cui i cittadini riescono a comunicare con e attraverso le tecnologie che si hanno a disposizione. Sono un campo applicativo dell’Internet of Things, capaci di offrire luoghi migliori in cui vivere, migliorando la salute e il benessere dei cittadini e fornendo anche nuove opportunità per lo sviluppo economico. Ogni componente della città, come ad esempio parcheggi, mezzi di trasporto, illuminazione pubblica, e dell’ambiente vicino, come fiumi, boschi e montagne, può essere tenuto sotto controllo e gestito per favorire e migliorare l’esistenza, lo sviluppo sostenibile e la competizione. L’idea della Smart City rimanda ad una concezione innovativa della città in cui al centro vi è il benessere dei cittadini e l’efficienza energetica.

Si stima che entro il 2025, saranno disponibili a livello mondiale 42 miliardi di dispositivi connessi all’Internet of Things che porteranno, inevitabilmente, ad ottenere una maggiore quantità di dati.

 

Accesso rapido ai dati, modellazione e controllo

Keplero e’ una piattaforma web-based alla portata di tutti. E’ trasversale, utilizzabile cioe’ sia da Business Users che possiedono uno skill di tipo manageriale e gestionale in modalità zero coding, sia da Technical Users. Tutti gli strumenti sono disponibili in modalità web, non vi è quindi necessità di installazione di alcun client per poter costruire e modificare i propri flussi di monitoraggio dati.

Vuoi provare online Keplero?