22 Novembre 2017

Internet of Things e PMI: le aziende sono pronte alla rivoluzione? You are here:

L’Internet Of Things (IoT) fa parte della vita di tutti noi e ne rappresenta letteralmente parte integrante.

La Digital Transformation è un processo in sviluppo continuo che a lungo termine coinvolgerà qualsiasi settore produttivo, nessuno escluso. A parere della Hewlett Packard Enterprise il 2025 prevederà più di 50 miliardi di dispositivi smart, connessi ad app innovative il cui utilizzo porterà alla creazioni di volumi di dati molto grandi.

IoT e aziende italiane

Dopo questa breve premessa, la domanda che ci si pone in questo frangente è un’altra: le aziende italiane sono pronte al cambiamento? Sono pronte ad accogliere l’IoT nella loro realtà?

Possiamo innanzitutto affermare che la Digital Transformation in Italia è in corso, ma sicuramente procede a rilento. Possiamo inoltre affermare che per noi di Keplero la DT è fondamentale.

L’economia italiana verte intorno alle piccole medie imprese, le quali non sono del tutto pronte al cambiamento. Delle statistiche mostrano che il 35% delle PMI italiane non riescono a sviluppare adeguati progetti che prevedano l’utilizzo di tecnologie IoT. Vi è poi un altro buon 20% che non si è mai approcciato all’IoT.  Arrivano anche notizie positive: circa il 45% delle PMI si è in qualche modo approcciato a tecnologie IoT, portando avanti dei progetti o avendo comunque l’intenzione di metterli in atto entro la fine del 2017.  Le aziende di medie dimensioni, risultano ancor meno interessate delle piccole imprese, al cambiamento tecnologico e alla trasformazione digitale.

La situazione per le aziende di grandi dimensioni, tende a migliorare: le statistiche mostrano che il 49% di queste aziende hanno avviato e hanno in corso progetti relativi all’Internet Of Things.

IoT e panorama internazionale

Cosa dire invece del panorama internazionale? Secondo lo studio condotto da Zebra Technologies il 48% delle aziende ha intrapreso un percorso di trasformazione, ma nel 2017, le aziende davvero smart sono solo il 5%.  Cosa si intende per davvero smart? Nei criteri considerati da Zebra Technologies, “intelligente” è un’azienda che contempla la visione e la messa in atto dell’IoT nei propri progetti. In tale contesto un ruolo non indifferente è quello dei lavoratori, che, dovrebbero essere maggiormente coinvolti ed educati alla cultura IoT.

Una cosa è certa, come gli esperti prevedono, nel 2025, 50 miliardi di dispositivi smart saranno attivi e quindi potremo definirci utenti “super tecnologici”.